Una terra difficile da definire, ricca di contrasti e contraddittoria nel suo essere ultramoderna da un lato e molto legata alle sue tradizioni dall’altro. È complesso trovare la definizione perfetta per un luogo come gli Emirati Arabi Uniti.

Al confine con l’Oman e l’Arabia Saudita, si può definire un vero e proprio “gioiello grezzo” del Medio Oriente. All’ombra dei grattacieli più alti e avveniristici del mondo si stagliano incantevoli distese di deserto con i beduini, e oltre i mega centri commerciali è possibile trovarsi di fronte a pittoreschi villaggi di pescatori che conservano ancora la loro anima autentica.

Se si pensa agli Emirati Arabi Uniti, la prima immagine che viene in mente è quella di Dubai e di Abu Dhabi, anche se a comporre questa federazione sono ben sette le città (anche se meno conosciute): Ajman, Dubai, Fujairah, Ras al-Khaima, Sharjah e Umm al-Qaywayn.

Dubai si presenta fin dal primo istante appariscente, città in cui il lusso e lo sfarzo sono le caratteristiche più in evidenza sia negli alberghi che nei negozi e nel cibo. Dubai è un caleidoscopio di emozioni contrastanti, tra giganteschi mall come lo Ski Dubai-Mall of Emirates in cui perdersi tra i numerosi negozi e boutique di lusso.

In una realtà ‘estrema’ come quella descritta, non mancano tuttavia importanti siti archeologici come quelli incastonati nella incantevole cornice delle cime di Hatta, e luoghi caratteristici come i souk di Sharjah dove trovare anche interessanti spunti per i souvenir.

Un’emozione unica e che mozza il fiato, magari anche di notte sotto un manto di stelle, è quella di attraversare il deserto su un cammello ad Abu Dhabi. Se si pensa a questo centro, tornando indietro nel tempo di circa cinquant’anni, stupisce che all’epoca fosse un piccolo villaggio di pescatori, con qualche fortezza e rade case di corallo; adesso è una delle città simbolo della ricchezza e del progresso, grazie anche al possedimento di buona parte delle risorse petrolifere mondiali.

Abu Dhabi sta cercando di raggiungere i livelli di Dubai in un tripudio di imponenti grattacieli, centri commerciali e boutique di lusso, assumendo sempre più un’allure internazionale.

A questi sfavillanti edifici occidentali si contrappongono, in perfetta armonia, i profili di millenarie moschee e minareti, che mantengono vivo quell’aspetto tradizionale che continua in fondo a caratterizzare l’intera città. Immersa nel deserto, tra spiagge bianche, servizi e strutture ideali sia per il leisure che per un viaggio business con campi da golf, teatri, centri benessere, Abu Dhabi è una meta da vivere anche all’insegna della cultura con le mostre internazionali che ospita in luoghi d’eccellenza come il Guggenheim Abu Dhabi e il Louvre Abu Dhabi.

La vera essenza degli Emirati Arabi si può percepire sia nei sofisticati caffé alla moda, nei ristoranti internazionali, ma anche nei più pittoreschi souk, inebriati dagli aromi di zafferano e cardamomo, mentre si dà una sbirciata anche alle preziose vetrine delle gioiellerie.

Tra le peculiarità di questa terra radicata alla cultura e alla religione islamica, in cui nuovo e moderno si mixano in un connubio vincente, quella della falconeria merita un cenno a parte poiché si tratta di un’antichissima tradizione di caccia risalente al XII secolo e riconosciuta come Patrimonio culturale dell’Umanità UNESCO, ora praticata esclusivamente come sport.

Se si vuole visitare anche l’estremità degli Emirati Arabi, non si può non fare un salto nell’oasi di Al Ain al confine con l’Oman, da cui si può scorgere la cima più alta dell’Emirato. Il suo nome è Jebel Hafeet, e dal suo punto più elevato regala delle viste davvero privilegiate sui panorami circostanti.

Se l’idea di un viaggio verso l’Oriente per vivere un’esperienza da “Le mille e una notte” è un sogno da realizzare, insieme a progetti e luoghi da visitare non si può non mettere in valigia un’assicurazione di viaggio pensata appositamente per i paesi arabi. La polizza Travel Care tutela ed assiste il viaggiatore 24 ore su 24, garantendo svariati servizi che prevedono il pagamento diretto delle spese mediche, il supporto di un interprete e il rientro sanitario dell’assicurato in Italia. La polizza offre, laddove necessario, ulteriori garanzie aggiuntive, tutte diverse e tutte pensate per garantire al viaggiatore una  vacanza perfetta e senza pensieri.

Allianz Global Assistance tutela i viaggiatori in ogni aspetto del viaggio, rendendolo sicuro e a prova di imprevisto, dall’assistenza medica alla necessità di una visita specialistica, prevedendo anche un rimborso delle eventuali spese mediche. Il servizio continuativo di Travel Care (H24) permette di essere tutelati anche in caso di problemi legati alla cancellazione o al ritardo del volo aereo o alla perdita, smarrimento, furto del bagaglio e degli effetti personali come smartphone o tablet.

Con Allianz Global Assistance ogni viaggio diventa un’esperienza sicura, senza pensieri e rischi di ogni tipo. Non resta che allacciare le cinture e prepararsi al decollo!

Mariateresa Scionti