In alto, dove solo le aquile possono osare, libere nell’aria, in una dimensione che sembra quasi sfidare la gravità, lontani dalla quotidianità, sulle cime delle montagne del Tirolo, è questo un itinerario che ogni escursionista sceglie come fuga dalla quotidianità verso la libertà, attraverso paesaggi di mirabile bellezza, offrendo emozioni ad alta quota.

Anche se l’accostamento tra il volo delle aquile e l’andatura del trekker può sembrare poco consueto, quest’esperienza sembra essere davvero un’occasione imperdibile per chi ama perdersi tra i sentieri di montagna e vincere nuove sfide.

Si tratta del Sentiero dell’Aquila (o Adlerweg), un percorso che attraversa il Tirolo per 413 chilometri, su 33 tappe che riproducono il profilo regale di un’aquila che percorre, maestosa ad ali spiegate le vette più alte.

Questo percorso si snoda su 31.000 metri di dislivello, ad un’altitudine costante, con la sensazione ricorrente di essere sospesi, sopra tutto. Percorrendo questo itinerario si fanno nuove scoperte e si aprono nuovi orizzonti e punti di vista.

Ci sono due possibilità per affrontare questo percorso: un sentiero di 24 tappe nel Tirolo Settentrionale e un sentiero di nove tappe che uniscono il Grossglockner al Grossvenediger.

Lungo il percorso si può trovare l’Hintersteiner See, un lago dalle acque cristalline e fresche, piacevole refrigerio durante il vostro cammino. Dirigendosi verso il rifugio Lamsenjochhütte, verso la valle Falzthurntal, il paesaggio regala uno spettacolo naturale che lascia senza fiato.

Il percorso prosegue con vette maestose che regalano panorami mozzafiato: si può rimanere estasiati dall’itinerario da Ströden Matrei con una vista privilegiata sulle maestose Cascate di Umbal, oppure sfidare se stessi seguendo il cammino che conduce al Grossglockner, la regina delle vette dell’Austria.

Maggiori informazioni: #austriantime

Foto in apertura: © Österreich Werbung, Fotograf: Nina Baumgartner