Quando arrivi a Cefalù per la prima volta, la bellezza del paesaggio ti lascia senza parole. La città, baciata dalle cristalline acque del Mar Tirreno, tutta da un lato è sovrastata da una grande roccia e contornata dalle colline, propaggini delle Madonie. La rupe (chiamata Rocca), che sfiora i trecento metri, è imponente e dalla sua cima, dove sorge un antico castello medievale, si ammira un panorama che ha pochissimi eguali.

Tutt’intorno, tra reperti archeologici e piccoli boschetti circondati dai prati verdi nella bella stagione, si apre uno scenario che è facilmente raggiungibile a piedi dal centro città, con una passeggiata che dura un’ora – o anche meno per i più allenati.

Il percorso che porta fino a U Castieddu (la Rocca di Cefalù), antico sito medievale, è ben segnalato e arrivare fino in cima è una passeggiata che lega i muscoli alla mente, che si ritroverà a pensare a quante persone hanno calpestato queste pietre, rimanendo incantate da un panorama che unisce in un colpo solo colline, città e mare. Il verde dei boschi, l’ocra dei monumenti e l’azzurro intenso del Tirreno ci circondano, regalandoci degli scorci che rimangono impressi nel cuore.