Da quanto tempo non provi qualcosa in tavola che metta in dubbio i tuoi preconcetti? Arriva un momento in cui il cibo smette di essere un mero atto di sopravvivenza per diventare un’esperienza che risveglia i sensi.

È il momento in cui scopri che la cucina è un universo di sapori, consistenze, colori e aromi che fino ad allora ti erano sconosciuti. Ed è proprio quello che accade con la gastronomia di Tenerife. Piatti elaborati con i prodotti della terra per una cucina che mescola tradizione e avanguardia. Patate, mojos, gofio, formaggi, pesci, miele… la scommessa dell’isola per una cucina di qualità è stata riconosciuta con l’inclusione nel prestigioso club Saborea España, che riunisce le migliori destinazioni gastronomiche del paese.

Le ricette tipiche della gastronomia di Tenerife

Un piatto a base di coniglio tipico della cucina di Tenerife

Per assaporare la cucina dell’isola, niente di più semplice che visitare uno dei tanti ristoranti che troverai lungo i tuoi percorsi attraverso Tenerife. Le “papas con mojo”, ovvero patate locali con una salsa tipica, sono sempre un’ottima proposta, ma potrai anche scegliere il “puchero canario” (zuppa di care e verdure) o le sardine fresche arrostite. In realtà, qualsiasi cosa tu decida di provare, sarà sempre la scelta giusta. E i dessert non sono sicuramente da meno: qualsiasi dolce tu scelga, ti conquisterà. Non mancano poi le varietà di miele. Le più insolite sono quelle ottenute da specie endemiche come la ginestra del Teide.

I mercatini di Tenerife

I tradizionali mercati e mercatini che si tengono nei vari comuni dell’isola ti consentiranno di provare specialità uniche.

Qui infatti si vendono i prodotti più freschi, molti coltivati in fattorie biologiche lungo tutto il perimetro dell’isola. Questi mercatini costituiscono vivaci punti di ritrovo, perfetti per condividere momenti con gli abitanti del posto che conoscono meglio questa terra.

Quella di Tenerife è una cucina che unisce ingredienti europei ed esotici

Tenerife e il vino

Se sei un amante del buon vino, scoprirai che Tenerife è una destinazione in cui provare specialità diverse da quelle a cui sei abituato. I suoi bianchi e i suoi rossi sono caratterizzati da sapori e aromi originati dalle condizioni climatiche e naturali dell’isola, specialmente la sua origine vulcanica.

Shakespeare li scoprì, li ammirò e, soprattutto, li assaporò con gusto. I vini di Tenerife sono unici al mondo per il loro sapore, originale e differente, e per i sacrifici che comporta la loro elaborazione, con vigneti spesso coltivati in zone remote e anguste. Questi aspetti, unitamente a un terreno vulcanico ricco di nutrienti, conferiscono loro caratteristiche riconosciute in Europa già nel XVI secolo. Forse ti sorprenderà sapere che al tempo il commercio di vini, soprattutto con il Regno Unito, era straordinario.

E da allora il prestigio dei vini dell’isola è rimasto immutato sino ad oggi.

L’isola possiede cinque denominazioni d’origine: Abona, Idoden-Daute-Isora, Tacoronte-Acentejo, Valle de Güímar e Valle de La Orotava.

Metti in agenda la visita di una cantina, dove questi vini sono elaborati con la cura dei tempi passati: molte hanno introdotto tecniche moderne, ma altre continuano a tenere in vita i processi produttivi più tradizionali. La Casa del Vino è forse uno dei posti più adatti per provare i vini di Tenerife abbinati alle migliori pietanze della gastronomia locale, ma anche per acquistarli e portarli a casa.

Esistono sull’isola strutture chiamate guachinche. Sono ristorantini familiari, molte volte improvvisati in terrazzi e garage delle zone di campagna, che aprono solo in alcune epoche dell’anno per offrire vini di produzione propria accompagnati da due o tre piatti di cucina canaria a prezzi popolari. Sono una tradizione molto radicata sull’isola e gli abitanti dell’isola saranno felici di indicare ai visitatori dove si trovano. L’unico consiglio è: non perderteli.

Se preferisci qualcosa di esclusivo, l’isola ti offre diversi ristoranti con stelle Michelin dove vivere un’esperienza unica.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale.