Dai grandi parchi pubblici fino alle spiagge, ecco perché anche in estate Valencia è la meta ideale per trascorrere del sano relax con grandi e piccini

La Spagna è sulla bocca di tutti in estate, come dimostra lo speciale del Telegraph dedicato alle mete di vacanza per la stagione calda in Europa. Per chi viaggia in famiglia, e vuole unire il piacere del divertimento a quello della scoperta in un ambiente sicuro ma stimolante la risposta giusta è sicuramente Valencia, città che già nel 2017 aveva ottenuto il titolo di migliore città d’Europa da visitare con i bambini.

Perché proprio Valencia? Le possibilità sono pressoché infinite: ampi e suggestivi spazi naturali, una proposta culturale che unisce elementi innovativi e tradizionali, la possibilità di scoprire ambienti ed ecosistemi spesso lontani dalla nostra quotidianità, le lunghe e ben servite spiagge, un’ottima offerta enogastronomica, attività per tutta la famiglia… insomma, potremmo trovare tantissimi modi per convincervi a scoprire questa magica città spagnola, ma inizieremo ad elencarveli direttamente.

A Valencia la buona cucina è per tutta la famiglia

Iniziamo proprio con il mare, che è la meta prediletta dell’estate. A Valencia vi sono due spiagge urbane davvero piacevoli, quella di El Cabañal e La Malvarrosa, raggiungibili in automobile o con i mezzi pubblici in appena 15 minuti dal centro cittadino. Dopo essersi concessi una giornata tra musei e monumenti, oppure appena svegliati dal letto dell’hotel, sarà bellissimo recarsi su questi lunghi e ben attrezzati arenili con tutta la famiglia, divertendosi in un ambiente ricco di servizi, con parchi giochi e arenili dove prendere il sole, tuffarsi in mare e giocare in tutta sicurezza.

Anche sul lungomare valenciano è possibile, come in tutta la città, fare un giro in bicicletta: la città offre infatti ben 150 chilometri di piste ciclabili suddivisi in ben 40 percorsi, favoriti anche dalla struttura geografica cittadina, prevalentemente pianeggiante. Una soluzione facile, economica e rispettosa per l’ambiente che ti permetterà di conoscere Valencia come non l’avevi mai vista prima.

Se tutte queste attività ti mettono fame, scendi dal sellino e goditi la bellezza e i sapori dei Mercato Centrale, il monumentale mercato cittadino dove si può sia scegliere una proposta di ristorazione “già pronta” che cimentarsi, grandi e piccini, nei laboratori di cucina tipica: un modo simpatico per mamma, papà e ragazzi di imparare a fare la spesa e realizzare tante ricette da aggiungere nel menù quotidiano quando si tornerà a casa!

Le giornate a Valencia sono davvero lunghe, e il tramonto arriva tardi: perché non concedersi un giro alla Marina? Questo splendido polo di attrazione, che da quest’anno può contare anche su una nuova piscina e tante attività nautiche, è l’ideale per scoprire un lato originale e “glamour” del Porto, tra parchi giochi, piste di pattinaggio e sport acquatici.

Arte, cultura, scienze e approfondimento si incontrano alla Città delle Arti e delle Scienze, il grande complesso museale progettato da Santiago Calatrava e al Convent Carmen, l’area multifunzione tra musica, mostre, spazi dedicati al food e play-area per i bambini con appuntamenti dedicati ogni domenica.

Parque Central di Valencia (Foto di Pablo Casino)

Per scoprire il rapporto tra Valencia e natura infine si può fare un giro per il Parco Centrale (ben 111mila metri quadrati di verde), dove è stato progettato un enorme playground per i bambini che lascerà i genitori tranquilli oppure visitare gli spazi del Bioparc, dove sono riprodotti gli ambienti tipici della Savana africana, del Madagascar, della foresta tropicale e delle zone umide. Qui è possibile ammirare tra gli altri i cuccioli di scimpanzé nati solo da pochi mesi, un’avventura che ai bambini piacerà moltissimo!